Voto domiciliare

Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio dei servizi di trasporto pubblico che i Comuni organizzano per facilitare gli elettori disabili a raggiungere il seggio elettorale, e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, hanno la possibilità, su espressa richiesta, di essere ammessi al voto nella predetta dimora (legge 46 del 7-5-2009).

Importante:
Ai fini dell’esercizio del voto a domicilio, l’elettore deve far pervenire entro il 6 maggio 2019 al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto, apposita documentazione:

  • dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano, indicando il completo indirizzo e un recapito telefonico.
  • copia della tessera elettorale.
  • certificato medico rilasciato dal funzionario medico designato dagli organi ASL (no medici famiglia o specialisti), da cui risulti la sussistenza di un'infermità fisica tale da impedire l’allontanamento dalla propria dimora, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato; per ottenere tale certificazione sarà possibile richiedere alla ASL una valutazione domiciliare telefonando allo 0573/353636 dal lunedì al venerdì dalle ore 09 alle ore 12.

Si precisa che il termine del 6 maggio ha carattere ordinatorio e che, quindi, potranno essere ammesse le domande pervenute successivamente a tale termine compatibilmente con le esigenze organizzative dell’Ente e con la disponibilità dei kit per il voto domiciliare da consegnare ai Presidenti di Seggio.

Informazioni utili per il voto a domicilio

torna all'inizio del contenuto